Ultime notizie
Home / Coronavirus / Decreto “Rilancio”, Irap non versata: scadenza prorogata al 30 settembre

Decreto “Rilancio”, Irap non versata: scadenza prorogata al 30 settembre

Con un apposito comunicato stampa il MEF ha informato i contribuenti interessati che è stato rinviato dal 30 aprile al 30 settembre 2021 il termine per il pagamento, senza sanzioni e interessi, dell’Irap non versata per effetto dell’errata applicazione dell’esonero, previsto dall’articolo 24 del decreto legge n. 34/2020, in relazione alla determinazione dei limiti e delle condizioni previsti dalla comunicazione della Commissione europea del 19 marzo 2020 C(2020) 1863 final “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19” e successive modifiche.

La disposizione che disciplinava la regolarizzazione dei versamenti Irap al 30 aprile 2021, postipando il termine originario del 30 novembre 2020, è il comma 5 dell’articolo 42-bis del Dl “Agosto”, che, in sostanza, contiene una sorta di sanatoria per il mancato pagamento del saldo Irap 2019 e del primo acconto Irap 2020, ai sensi dell’articolo 24 citato, nel caso in cui invece le somme avrebbero dovuto essere corrisposte per il mancato rispetto dei limiti comunitari.

Per maggiori informazioni contattare la territoriale di riferimento.

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Dal 1° giugno le istanze del credito d’imposta in favore delle società che aumentano il capitale

Dal 1° giugno e fino al 2 novembre 2021, si parte con l’invio delle istanze …